+39 329 00 15 130 unmondoin3d@gmail.com
UN MONDO IN 3D

Centro per l’apprendimento e le arti

Siamo una equipe multidisciplinare di professionisti di settori diversi

specializzati nei processi di apprendimento…

”APPASSIONATI” di questo lavoro!

 

 

Un Mondo in 3D

L’associazione nasce il 12/02/2013 dal sogno di Antonella Spinelli, genitore di un figlio con DSA, Tecnico dell’Apprendimento, che ha voluto creare nella propria città un centro di supporto alle famiglie e ai ragazzi ove venire accolti e aiutati a 360° gradi, che ha deciso di mettersi in gioco perché innamorata e affascinata dal mondo e dalla mente di questi ragazzi, così fragili a volte, ma così creativi e sorprendenti altre!

DIRETTRICE DEL CENTRO

I genitori di ragazzi con Disturbi Specifici dell’Apprendimento e Bes spesso denunciano la difficoltà, sia in termini di tempo che di competenze, di seguire i loro figli nello svolgimento dei compiti e nella gestione degli impegni quotidiani, la difficoltà nel interagire con la scuola, comprendere l’iter diagnostico da seguire, comprendere i documenti diagnostici e scolastici.

I ragazzi dall’altro canto vivono la discrepanza tra l’impegno messo nello studio e i non corrispondenti risultati raggiunti.

Inoltre dipendono spesso da qualcuno sia nello svolgimento dei compiti che nella gestione del tempo.

La nostra associazione si pone come obiettivo di dare supporto ad entrambe!

 

Antonella Spinelli

Tecnico dell’Apprendimento (TdA)

Mission

Creazione di un gruppo in grado di coinvolgere e attivare in sinergia tutti gli attori coinvolti nel mondo dei DSA e BES (genitori, ragazzi, insegnanti, sanitari, istituzioni) attraverso il doposcuola, il potenziamento, la formazione e le attività ricreative, culturali e artistiche al fine di formare, aggregare, divulgare, includere e assicurare il benessere evitando così la dispersione di tutti i ragazzi con difficoltà scolastiche e dando serenità alle loro famiglie.

Vi aiutiamo ad affrontare con successo il percorso scolastico

Il nostro motto è: “Tutti possono imparare!”

DI COSA PARLIAMO ?

DISTURBI SPECIFICI DELL’APPRENDIMENTO (DSA)

Con questo termine ci si riferisce ad alcuni disturbi che sono circoscritti solo ad alcuni domini di abilità (per questo detti “specifici”) indispensabili all’apprendimento, cioè quelli che normalmente vengono chiamati automatismi e che non si sviluppano durante il percorso scolastico, come la lettura precisa e fluente, la capacità di scrivere senza errori, con grafia regolare e decifrabile e usando lo spazio in modo adeguato, di elaborare i numeri e calcolare, lasciando però inalterato il funzionamento intellettivo generale.

Per avere una diagnosi di DSA infatti, il bambino non deve presentare: deficit di intelligenza, problemi ambientali o psicologici, deficit sensoriali o neurologici.

Tali disturbi vengono inoltre denominati “evolutivi” – ciò significa che si manifestano in età evolutiva, quando emerge la difficoltà del bambino a sviluppare una capacità che per gli altri invece diventa progressivamente un automatismo. Il bambino con DSA non perde una capacità già acquisita, non ha subito un trauma, non ha blocchi educativi, psicologici, relazionali e non ha problemi a causa di poca applicazione allo studio!

I disturbi specifici dell’apprendimento hanno origine neurobiologica: parliamo di sviluppo atipico o Neurodiversità, di caratteristiche individuali e non di patologia.

 

Un soggetto dsa può presentare un deficit in un solo dominio di abilità o in più di uno, ed essi vengono così suddivisi:

DISTURBO SETTORIALE DELLA LETTURA CARATTERIZZATO DALLA DIFFICOLTÀ AD EFFETTUARE UNA LETTURA ACCURATA E/O FLUENTE: lettura faticosa, lenta, scorretta con errori di vario tipo (scambi, omissioni, riduzioni, aggiunte, salti di righe ecc.) con conseguenze possibili sulla comprensione del testo, fatica e lentezza a copiare dalla lavagna. La conseguenza diretta è che il tempo impiegato per decodificare correttamente le parole o brani da leggere rallenta l’apprendimento e la capacità di capire quanto letto.

DIFFICOLTÀ NEL RISPETTARE LE REGOLE DI TRASFORMAZIONE (TRANSCODIFICA) DEL LINGUAGGIO PARLATO IN LINGUAGGIO SCRITTO. VENGONO CIOÈ COMMESSI MOLTI ERRORI DI ORTOGRAFIA DI VARIA TIPOLOGIA: fonologici e non fonologici.

Gli errori fonologici rappresentano la capacità compromessa di far corrispondere il suono al segno, gli errori non fonologici sono, per esempio, le separazioni e fusioni illecite (“la voro” invece di “lavoro”) e gli scambi o le omissioni di grafemi come “o” al posto di “ho”, l’aggiunta o l’omissione di lettere doppie.

DIFFICOLTÀ NELLA GRAFIA.

LA SCRITTURA È IRREGOLARE PER DIMENSIONE E/O PRESSIONE, VI È SCARSA CAPACITÀ AD UTILIZZARE LO SPAZIO SUL FOGLIO E A MANTENERE LA DIREZIONE ORIZZONTALE DELLO SCRITTO, I MARGINI NON VENGONO RISPETTATI, GLI SPAZI TRA I GRAFEMI E TRA LE PAROLE SONO IRREGOLARI. È DIFFICILMENTE DECIFRABILE.

DEFICIT DEL SISTEMA DI ELABORAZIONE DEI NUMERI E/O DEL CALCOLO.                                          

VI PUÒ ESSERE DIFFICOLTÀ NELL’ASSOCIARE IL NUMERO ALLA QUANTITÀ, O A CAPIRE CHE 2, II E LA PAROLA DUE ABBIANO LO STESSO VALORE. INOLTRE UN BAMBINO DISCALCULICO PUÒ NON AVERE IN MENTE LA LINEA DEI NUMERI E/O NON CAPIRE IL VALORE POSIZIONALE DELLE CIFRE (ES.: 345≠354). PUÒ ANCHE TROVARE DIFFICOLTÀ NEL RICORDARE L’ORDINE PROCEDURALE DI UN’OPERAZIONE, DI UN’EQUAZIONE,… O NELL’UTILIZZARE I SIMBOLI ARITMETICI, ECC.

DOVE SIAMO

Via Mirafiori, 25/1 – 10092 Beinasco (TO)

ORARI

M-F: 8am – 4pm
Weekends: Closed

telefono & Email

+39 329 00 15 130
unmondoin3d@gmail.com

PRESIDENTE

CANTAUTORE, INTERPRETE, COMPOSITORE, MUSICISTA, INSEGNANTE di MUSICA e CANTO.

Specializzato in musica e dislessia
Responsabile Area laboratori artistici
Dislessico e genitore di dsa

Tiberio Ferracane

Presidente

Calendario

5 DICEMBRE

LEZIONE 1

10 GENNAIO

LEZIONE 2

1 FEBBRAIO

LEZIONE 3

v

TestimoniaNZE

COSA DICONO DI NOI

Studenti

insegnanti specializzati

progetti

anni di esperienza

Rimaniamo in contatto

Indirizzo: Via Mirafiori, 25/1 – 10092 Beinasco (TO)

Telefono: +39 329 00 15 130

Email: unmondoin3d@gmail.com